2010 Expo Shanghai
01/05/2010

Il tema “Better City, Better Life”, tema dell’Esposizione Universale di Shanghai, rappresenta un obiettivo comune a tutto il genere umano: una vita migliore nel futuro sviluppo delle città del pianeta.

Il Padiglione italiano è una vera e propria città in miniatura, con un riferimento culturale preciso a quella che ospiterà l’Expo ma soprattutto al carattere composito del nostro Paese: parla degli italiani, della loro creatività e della cultura millenaria.

Tra i tanti oggetti simbolo, frutto della nostra cultura, l’eleganza e l’ingegno dei Maestri è rappresentato da una Isotta Fraschini Tipo 8 Torpedo Gran Sport con carrozzeria Castagna del 1923. All'ingresso del padiglione italiano, ci sono due automobili. Una, com'è risaputo, è la Ferrari 599 Hy Kers (ibrida), chiamata a simboleggiare l'eccellenza tecnologica del nostro Paese; l'altra, che appartiene al passato, vuole costituire una sorta d'ideale "trait d'union" con l'Expo di Milano del 2015, essendo nata nello stabilimento di via Monte Rosa dell'Isotta Fraschini ed in quello di via Montevideo di Castagna.

L’Esposizione Universale di Shanghai 2010 (1 Maggio–31 Ottobre) sarà la grande occasione per esplorare il potenziale delle città nel 21° secolo, un momento significativo alla scoperta dell’evoluzione dei centri urbani e del concetto di civilizzazione del nostro Pianeta. Per 184 giorni Shanghai è polo di attrazione per governi e persone di tutto il mondo. Prima esposizione universale incentrata sul tema della città, Shanghai 2010 metterà a confronto esperienze diverse di sviluppo, conoscenze avanzate sull’urbanistica e nuovi approcci all’habitat umano (stili di vita innovativi, nuove condizioni di vita) al fine di incoraggiare e promuovere uno sviluppo sostenibile dei centri urbani.